Ricerca canti “anti-Gelmini”
Pubblicato da Violadelpensiero il 9 gennaio 2011 in Annunci

Nell’ambito delle attività del sito il Deposito.org abbiamo in progetto raccogliere e pubblicare i canti nati dalle lotte e dalle manifestazioni contro la riforma Gelmini e  provvedimenti relativi.
Ci piace immaginare che in questi mesi studenti e lavoratori della scuola precari e non, abbiano espresso la loro rabbia e la loro volontà di fermare questo colossale disastro, anche attraverso canzoni inventate per l’occasione, magari adattando parole e testi originali a melodie conosciute, come sempre è avvenuto in momenti di protesta popolare.
Vi chiediamo di collaborare con noi perchè questo “pezzo” della protesta anti-Gelmini non vada perso e lasci una traccia documentata. Per noi è importante questa raccolta perchè tra gli obiettivi de ilDeposito.org c’è la documentazione  anche di materiale contemporaneo, di ciò che è vivo e vegeto e in evoluzione, e non solo di testimonianze del passato.
Dunque se conoscete direttamente canti, se potete contattare qualcuno che ne conosce, se ne avete scritti e cantati, se sapete dove trovare qualche documento o testimonianza, vi chiediamo di mettervi in contatto con noi.
Per segnalare un testo potete fare riferimento al modulo apposito a questo indirizzo:

http://www.ildeposito.org/collabora/segnala_canto.php

inserendo nel campo delle NOTE tutte le notizie che avete sul canto, soprattutto chi (singolo o gruppo) lo ha composto, dove lo avete sentito o dove si è cantato, in quale circostanza, in quale periodo o data lo avete sentito, o comunque quale è la vostra fonte (sito, video, volantino, giornale…). Anche se non disponete di tutte le informazioni di cui sopra segnalate ugualmente con quelle che avete.
Se sul web esiste un video in cui viene cantato il testo che state segnalando siete invitati naturalmente a segnalarci il link, se possedete una registrazione in digitale informateci dell’esistenza.
Naturalmente se lo desiderate lasciate il vostro nome e diteci se volete essere segnalati come fonte, e possibilmente lasciateci un contatto, che ovviamente resterà privato.
Potete mettervi in contatto con noi anche attraverso uno degli strumenti che potete trovare a questo indirizzo:

http://www.ildeposito.org/comunica/

Vi ringraziamo anticipatamente per la collaborazione!

Condividi questo articolo!

Due settimane dopo…
Pubblicato da Violadelpensiero il 22 dicembre 2010 in Riflessioni

Sono passate più di due settimane dal “piccolo” raduno di Torino.
Sin dall’inizio l’abbiamo chiamato così, “piccolo” _mik3244raduno: scaramanzia, basso profilo, modestia? In verità siamo partiti con l’idea che avevamo poco tempo, poche risorse, pochi contatti, e Torino è la città di Viola, quindi gestione diretta della logistica, e pazienza se il Nord-Ovest d’inverno nella fantasia di molti si confonde con …il passaggio a Nord-Ovest
Ma quei molti han deciso che l’avventura si poteva tentare, e via via che passavano le settimane di preparazione capivamo che quell’aggettivo “piccolo” forse non era approppriato. E così è stato: come sempre noi per primi non abbiamo smesso un attimo di stupirci, emozionarci, confonderci, di fronte agli ospiti attesi e inattesi, quelli dell’ultimo minuto e della sistemazione in extremis a dormire, quelli che siamo qualche amico…e sono arrivati in venti, quelli che eran tren’anni che non ci si vedeva, e quelli che non avevamo mai visto.
Leggi il resto »

Condividi questo articolo!

Il meteo dice che sabato ci sarà il sole, quindi…VENITE AL RADUNO!
Pubblicato da Violadelpensiero il 1 dicembre 2010 in Eventi

Ultime comunicazioni sul raduno di Torino e riepilogo della situazione:

passeremo il pomeriggio del 4 dicembre, a partire dalle 17, ad accogliere chi arriva, a conoscere di persona i nuovi amici, riabbracciare le vecchie conoscenze, raccontarci le novità.
Il tutto naturalmente con sottofondo musicale autoprodotto.

Dopo l’aperitivo e relativo buffet, ci saremo ricaricati e potremo trasferirci nel “cubo” ovvero la sala/auditorium del circolo, per la serata, dove avremo a disposizione qualche strumento tecnico per proporci a vicenda e condividere quello che ci piacerà cantare e fare ascoltare: naturalmente non sarà e non vorrà essere un concerto, ma una cantata collettiva, con spazio per tutti i volenterosi e valenti musici-cantanti che potranno alternarsi tra loro con l’accompagnamento delle voci di tutti. A questo proposito vi anticipiamo che saranno dei nostri:

Pino Masi, da Pisa

I Fratelli Rossi, da Firenze,

L’orchestrina del suonatore Jones, da Legnano

I controcanto, da Ancona

Uno “spezzone” del coro Pane e guerra, da Bergamo

E non escludiamo altre adesioni di cui…siamo all’oscuro anche noi, ma che ci farebbero un grande piacere, ma l’importante ovviamente sarà lo spirito di festa e di condivisione che siamo sicuri riusciremo tutti insieme a creare.

La serata non sarà riservata ai partecipanti al raduno, ed il circolo continuerà la sua normale attività con l’aperitivo e l’apertura del bar al pubblico, che se vorrà curiosare e farsi coinvolgere da tutti noi, sarà assolutamente gradito!

In pratica:

  • vi aspettiamo a partire dalle 17 al circolo ARCI  “Officine Corsare”, via Pallavicino 35.
  • per chi arriva alla stazione Porta Nuova prendere il bus 68 sul lato stesso dell’ingresso principale della stazione in Corso Vittorio. Per chi arriva da Porta Susa prendere la metro sino a Porta Nuova e poi…vedi sopra. Scendere alla fermata Tortona.
  • per chi arriva in auto siamo al fondo di Corso Regina Margherita, verso il fiume Po.
  • chi possiede la tessera ARCI non se la dimentichi a casa, chi non ce l’ha può fare in loco quella del 2011, al prezzo di €10. La tessera è necessaria.
  • dalle 19.30 sarà servito l’aperitivo a kmO, al costo di € 5 per una consumazione e buffet.

Per chi avesse ancora domande, dubbi, necessità non esitate a scrivercie o a contattarci

- commentando questo post
- facebook: http://www.facebook.com/ildeposito.org

- forum: http://www.ildeposito.org/forum

-al nostro indirizzo di posta elettronica: info@ildeposito.org

Condividi questo articolo!

Praticamente…il raduno
Pubblicato da Violadelpensiero il 15 novembre 2010 in Annunci, Eventi

Alcune dritte per raggiungere il raduno…gasometro

Il “piccolo” raduno de ilDeposito.org  del 4 dicembre, si terrà a Torino, presso il circolo ARCI Officine Corsare, in via Pallavicino 35, quartiere Vanchiglietta, vecchio  borgo operaio del tessile, oggi piuttosto multietnico e molto meno operaio: è una viuzza abbastanza secondaria in mezzo a vecchie case dell’Italgas, nella zona del deposito GTT di Corso Tortona, all’inizio di Corso Belgio, ovvero dei vecchi gasometri (foto), ovvero delle facoltà di Scienze Politiche e Giurisprudenza e relativa residenza e mensa universitaria, vicino alla Dora.
MAPPA

Leggi il resto »

Condividi questo articolo!

La locandina del raduno del 4 dicembre a Torino
Pubblicato da Violadelpensiero il 13 novembre 2010 in Annunci, Eventi

locandina_raduno_4dicembre_webEcco la locandina! Chi ricorda la locandina del raduno di Livorno troverà che ci sono…continuità e coerenza, ma a noi piaceva molto e l’abbiamo ripresa volentieri.

Come potete leggere inizieremo alle 17,  e passeremo il pomeriggio ad accogliere chi arriva, a conoscere di persona i nuovi amici, riabbracciare le vecchie conoscenze, raccontarci le novità.
Il tutto naturalmente con sottofondo musicale autoprodotto da chi ne avrà voglia e da chi si metterà a disposizione: portate i vostri strumenti e le vostre voci!

Alle 19.30 inizierà l’aperitivo a KmO preparato dalle Officine Corsare, al costo di 5€ .  Naturalmente il bar del circolo sarà a disposizione dal pomeriggio in avanti per esigenze…extra.
Quando ci saremo ricaricati potremmo trasferirci nel “cubo” ovvero la sala/auditorium del circolo, per la serata, dove avremo a disposizione qualche strumento tecnico per proporci a vicenda e condividere quello che ci piacerà cantare e fare ascoltare: naturalmente non sarà e non vorrà essere un concerto, ma una cantata collettiva, con spazio per tutti i volenterosi e valenti musici-cantanti. Quindi a maggior ragione: portate i vostri strumenti, le vostre voci, e le vostre preferenze sul tema della musica di protesta!

Leggi il resto »

Condividi questo articolo!

4 dicembre 2010: piccolo raduno de ilDeposito.org
Pubblicato da Sergej il 1 novembre 2010 in Annunci, Eventi

Come in parte preannunciato su questi canali, a dicembre abbiamo pensato di organizzare un piccolo raduno de ilDeposito.org :)
Come sempre sarà l’occasione per vedersi, conoscersi, cantare e suonare insieme!

Questo evento si terrà il 4 dicembre 2010 a Torino, presso il circolo Arci “Officine Corsare”, in via Pallavicino 35. Si tratta di un circolo Arci, per entrare sarà necessario avere, o ovviamente fare sul momento la tessera Arci, ma questo lo specificheremo in seguito.

Questo “raduno” si terrà probabilmente dal tardo pomeriggio a tutta la sera, fino al dopo cena. Non abbiamo ancora definito gli orari precisi, quindi vi invitiamo a seguirci tramite i soliti nostri canali:
- mailing list: http://www.ildeposito.org/comunica/mailing_list.php
- twitter: http://www.twitter.com/ildeposito
- facebook: http://www.facebook.com/ildeposito.org
- blog: http://blog.ildeposito.org
- forum: http://www.ildeposito.org/forum

Si tratta ovviamente di un evento pubblico, quindi non è necessario che prenotiate o diate conferma (come era successo per Livorno, un anno fa). Anche se ovviamente ci piacerebbe che comunque ci diciate se pensate di venire, per organizzare al meglio il tutto :)

Per ora è tutto, molto a breve faremo una locandina di questo evento con tutte le informazioni precise, cosicché possiate, se vi va, farla girare, etc.

Un caro saluto a tutti, tutti a Torino! :)

Sergej

Condividi questo articolo!

Corre voce di un nuovo “raduno” de ilDeposito.org
Pubblicato da Violadelpensiero il 25 ottobre 2010 in Annunci

ildeposito1A quasi un anno e mezzo dal mitico raduno di Livorno, sembra che ilDeposito.org ne stia preparando un altro…
Volevamo pensare “in piccolo” e abiamo scelto Torino, in modo che almeno metà staff (cioè Viola) riesca ad occuparsi direttamente degli aspetti pratici. E in modo che l’organizzazione non ci richieda risorse ed energie che francamente, solol in due, lontani geograficamente, e da “appassionati” e basta, non possediamo. Ma, se tutto fila liscio, anche questa volta sarà un bel raduno, che sarà fatto “in grande” dalla partecipazione di chi interverrà.
L’articolo che precede questo parla del sesto compleanno de ilDeposito.org, se vi ricordate anche il quinto meritò un articolo, soprattutto perchè cadde in concomitanza con la mostra dei materiali del sito, a Cagliari.
Da Livorno, da Cagliari, sono successe un po’ di cose, abbiamo cominciato ad affaciarci, dapprima timidamente, poi via via più coraggiosi, su situazioni interessanti e stimolanti, con la nostra partecipazione fisica. Di pari passo queste esperienze hanno portato riflessioni, pensieri, discorsi, progetti più o meno realistici e realizzabili.
Abbiamo alcune “fisse” che ci portiamo dietro, in giro per l’Italia del canto sociale, e che cerchiamo sempre di fare emergere. Una tra queste è la questione sull’esistenze e sulla natura del canto di protesta contemporaneo, e sull’eventuale suo futuro. Questione che potrà influenzare anche il futuro del sito, le sue iniziative, i suoi cambiamenti, senza nulla togliere alla natura principale de ilDeposito.org, ovvero l’essere un archivio.  Un’altra “fissa” è realizzare un progetto all’interno del sito che valorizzi l’aspetto storico del canto sociale, l’aspetto di cronaca, narrazione e commento, da parte di un’espressione culturale non egemonica come i canti di denuncia, rivendicaazione e speranza, a partire dai materiali dell’archvio del sito stesso. E di queste cose ci piace sempre moltissimo parlare con i nostri amici, anzi ne abbiamo bisogno. “Uscire” è sempre fonte di idee, ma anche di conferme, ovvero che siamo compagni di strada di altri, e che altri lo sono per noi.
Quindi aspettiamo tutti gli amici di sempre e quelli nuovi a Torino, che sì, sarà anche un po’ decentrata, e dove a dicembre potrà anche fare un freddo intenso.  Non ci aspettiamo altro che vivere un momento di festa, di scambio, di piacere di vedersi, cantare, ragionare, e dove magari dare uno sguardo al futuro: che occuparsi di canto sociale e di protesta non significa solo e sempre guardare dietro le proprie spalle. Almeno noi vorremmo che fosse così.
Allora ci si vede a Torino, il 18 dicembre. Naturalmente man mano che l’organizzazione procede sarete informati con i soliti nostri canali: questo blog, la mailing list, il forum, la pagina pubblica su facebook. E magari attraverso altri modi che ci verranno in mente via via.

Per iscriversi alla mailing list: http://www.ildeposito.org/comunica/mailing_list.php

Il forum: http://www.ildeposito.org/forum/index.php

Facebook: http://www.facebook.com/ildeposito.org

Uncaro saluto a tutti/e, e a presto!

Condividi questo articolo!

Tanti auguri a te, ilDeposito.org
Pubblicato da Sergej il 5 ottobre 2010 in Riflessioni

Quest’anno non c’è stata occasione per mangiare una torta, o festeggiare, comunque ieri ilDeposito.org ha compiuto il suo compleanno, raggiungendo la veneranda età di 6 anni.  Siamo pronti per iscriverci alla scuola elementare, alla faccia del maestro unico! ;)

In questo periodo siamo forse un po’ meno presenti,  ma un motivo c’è. Siamo impegnati in due operazioni molto importanti. Innanzitutto una “revisione” generale dei canti, per correggere qualche errore/refuso di troppo, qualche errore di catalogazione, etc.

Inoltre stiamo lavorando a una “nuova” versione del sito, che si baserà su Drupal, una nota piattaforma CMS, che ci permetterà di gestire il tutto in modo molto più razionale e inoltre vedrà la luce una nuova organizzazione della “Storia cantata”, incentrata sugli eventi, con una bella mappa navigabile, una linea del tempo, e via così. Insomma altri strumenti, nonché altre possibilità di interazione e di collaborazione.

Il lavoro da fare è ancora un po’, ma speriamo sbrigarci il prima possibile :)

Approfitto di questo piccolo anniversario/compleanno per ringraziare Viola, l’ormai indispensabile “collaboratrice” (ma forse questo titolo sminuisce il tutto) e tutti coloro che ci seguono, che ci scrivono, che ci segnalano contenuti per il sito (in particolare Tino che ci tiene informati sulle iniziative toscane).

Un caro saluto a tutti, e grazie :)

Condividi questo articolo!

66 anni dopo, Vinca e un giro nelle Apuane
Pubblicato da Violadelpensiero il 24 agosto 2010 in Riflessioni

29aeaa84587240316593cdf5a87d29f2

I tetti di Vinca

Il 24 agosto sono 66 anni dall’eccidio di Vinca, perpetrato nel 1944 dalle SS di Walter Reder e dalla Brigata Nera “Mai Morti”. L’intento di quella strage, come delle altre che insanguinarono la “linea Gotica” durante la ritirata dei nazi-fascisti, era di seminare il terrore tra i civili e di fare terra bruciata attorno ai partigiani, non lasciare vivo nessun essere umano che li potesse accogliere e nascondere , nessun animale, e non lasciare integra nessuna derrata che li potesse sfamare, distruggendo col fuoco persone, ripari e cibo. 174 civili, soprattutto donne, bambini e neonati,  trucidati ferocemente e bruciati nel giro di poche ore.

Vinca (nel comune di Fivizzano, in provincia di Massa-Carrara) era e d è un borgo speciale: isolato in una conca tra montagne impervie, un paese famoso per il suo pane, che, data la relativa “ricchezza” degli abitanti, pastori degli armenti portati lassù nei mesi estivi, si potevano permettere di farlo con la farina di grano, non mescolata con quella di castagne, come facevano gli altri. Chi la conosce bene mi ha detto che quella che abita a Vinca è gente speciale, per l’isolamento in cui ha vissuto, è diversa nei modi e nella parlata da chi sta in pianura, o nelle altre vallate. E in quell’isolamento subì la sua distruzione, senza neanche sapere bene perchè, e cosa stesse accadendo fuori da quella stretta conca isolata.
Leggi il resto »

Condividi questo articolo!

Cesare Bermani e Fausto Amodei al Festival dell’Oralità Popolare
Pubblicato da Violadelpensiero il 22 giugno 2010 in Eventi

Sabato 19 giugno, nell’ambito del Festival dell’Oralità Popolare, a Torino, abbiamo potuto assistere ad una breve lezione sull’importanza delle fonti orali per la storiografia contemporanea, in cui Cesare oralita-popolare2010-001Bermani ha ripercorso sinteticamente l’esperienza sorprendente dei Cantacronache in quanto apripista della ricerca etnomusicale sul campo, il cui testimone passò, al Nuovo Canzoniere Italiano, e ad una costellazione di ricercatori, raccoglitori, esecutori, eccetera, che ci restituirono nel corso di un ventennio, un patrimonio di prima mano, fatto di migliaia di canti popolari o cantati comunque dalle classi subalterne, inerenti l’intero ciclo di vita, compresi, ovviamente, i canti sociali, di protesta, di lotta.
Il discorso di Bermani è stato contrappuntato in modo brillante e garbato, dai commenti e dalle interpretazioni di Fausto Amodei di alcuni esempi di canti politici, databili nei decenni a cavallo di Ottocento e Novecento, anche in dialetto piemontese, alcuni riconducibili al genere della “cantata operaia”, e da “Gorizia”. Cesare Bermani ha cantato invece “Che cosa vogliamo”, una parodia socialista dell’”Inno di Mameli”, databile ai primissimi anni del ‘900.
Leggi il resto »

Condividi questo articolo!