Mala Testa, il nuovo progetto di Alessio Lega
Pubblicato da Violadelpensiero il 12 marzo 2013 in Segnalazioni

malatesta_cover_press_rgb

E’ uscito il nuovo disco (cd, per il vinile bisogna aspettare ancora un po’) di Alessio Lega, dal titolo Mala Testa. E’ un bel progetto, un andirivieni di memoria e speranza. Sono canzoni sue (ma non tutte) questa volta, come ai tempi di Resistenza e amore , passando per tanti concerti, pensieri, esperienze, e probabilmente anche amori. Si tratta del sesto disco, ma tutto quello che è successo da Resistenza e Amore a qui sembra rintracciabile in Mala Testa, o quasi.
Infatti come dice Alessio
Mala Testa ha dunque una gestazione quasi decennale, attentissima al presente e ai suoi suoni, non per fare opera di ricalco ma per trovare una strada e una musica adatta alla rinascita della canzone narrativa.
Mala Testa si pone il problema di parlare della vita possibile alla generazione dei delusi e a quella dei disperati. La vita oggi si nasconde nelle storie individuali, nei nomi degli eroi sconosciuti del nostro tempo senza storia.
Mala Testa è il disco di un CANTASTORIE folk, pop, rock che suona nella piazza globale e cerca i tratti individuali nelle tante maschere della ribellione.”


Ma detto ciò, cosa c’entriamo noi de ilDeposito.org con Mala Testa?
Innanzi tutto c’entriamo perchè Alessio è da tanto tempo un amico, a cui ci lagano affetto e condivisione di passioni, curiosità e ideali.
Poi ci legano anche le cantate, le bevute e le cene, dai raduni de ilDeposito.org, in cui è stato nostro paziente ospite (e l’abbiam visto con le fotocopie delle nostre pagine sullo spartito, dandoci di gomito emozionati) ai pomeriggi lunghi di  Fino al cuore della rivolta degli Archivi della Resistenza di Fosdinovo, a chiacchierare sulle gradinate dell’arena, e le notti a far l’alba a cantare.
Passando per il cortile e la casa del Micio… a Piadena (dove Alessio ha anche rilasciato una lunga e lusinghiera intervista sul nostro conto, alla nostra amica Giulia, che si è laureata “su di noi”).
E’ stato proprio roprio  durante l’ ultima edizione di Fino al cuore della rivolta che  abbiamo sentito qualcosa di Mala Testa: Alessio ha presentato, con Rocco e Francesca, qualche pezzo, e di nuovo ci siamo dati di gomito affascinati.

Poi c’entriamo perché Alessio ha voluto che ci entrassimo, chiedendoci di collaborare con questo progetto: contribuendo alla sua visibilità attraverso i nostri canali, ma anche, e soprattutto, inserendo nel nostro archivio i testi delle canzoni.  A essere sinceri, come non accade di rado, abbiamo avuto il nostro bravo momento di movimentato dibattito interno su questa proposta, non perché qualcuno di noi due abbia avuto dei dubbi sulla validità del lavoro, ma perché il disclaimer del sito, come potete andare a controllare dice :

I canti di protesta hanno sempre accompagnato la lotta delle classi oppresse e del movimento operaio. Rappresentano un patrimonio politico e culturale di valore fondamentale, da preservare e fare rivivere.

Abbiamo discusso (ma per poco, per quanto da agitati) sulla coerenza di alcuni dei testi di Lega con lo spirito de ilDeposito.org e il dibattito interno si è concluso con una mozione positiva votata dalla maggioranza assoluta dello staff, e tant’è!

Non c’entriamo invece a fare recensioni, non siamo capaci, non ci piace e non ci interessa. Questo non vuol dire che Mala Testa non ci parli, o che non siamo capaci di parlarne, ma preferiamo che siano i testi a parlare per tutti, e ancora di più quando aggiungeremo i link agli audio, di voce ne avranno davvero.

Ecco i testi, cliccate sul titolo e vi troverete nella pagina giusta dell’archivio (appena possibile, ma ce ne vorrà, cercheremo di tirare giù qualche tablatura da pubblicare).

1.Frizullo
2.Canzoni da amare
3.Addio Morettin (1)
4.Risaie
5.Monte Calvario
6.Spartaco
7.La scoperta di Milano
8.Icaro
9.Dormi, dormi…(2)
10.I baci
11.Insulina
12.Matteotti(3)
13.Rosa Bianca
14.Corso Regina Coeli
15.Isabella di Morra
16.Difendi l’allegria
17.Esecuzione produttiva (4)
18.La piazza, la loggia, la gru

(1) Alcuni versi del canto di risaia Addio morettin ti lascio
(2)
Frammento di una ninna nanna popolare marchigiana
(3) Frammento del canto delle mondine Povero Matteotti

(4) Piccolo brano recitato da un misterioso attore romano…

Per chiudere, ecco i “credits” del disco:

Alessio Lega | voce
Rocco Marchi | pianoforte, eko tiger, pianet, synth
Andrea Faccioli | chitarre, banjo, autoharp
Francesca Baccolini | contrabbasso
Andrea Belfi | batteria, percussioni, fischi
e con
Paolo Pietrangeli | voce in CANZONI DA AMARE
Paolo Ciarchi | voci, percussioni, trombazzi, armonica a bocca in CANZONI DA AMARE, SPARTACO, LA SCOPERTA DI MILANO, ISABELLA DI MORRA, DIFENDI L’ALLEGRIA

A questo link invece tutte le dritte per l’acquisto  http://alessiolega.bandcamp.com/

Condividi questo articolo!

Commenti (1)

Alessio13 marzo 2013, alle 16:23

“chi ha compagni non muore”… e qualche volta se ne accorge anche da vivo, grazie

Lascia un commento

Il tuo commento