“Almen nel canto non vogliam padroni!”
Pubblicato da Violadelpensiero il 9 dicembre 2012 in Eventi

Il 17 novembre gli amici del coro Pane e Guerra hanno organizzato a Bergamo un “incontro di voci” come lo hanno definito, presso il centro di aggregazione giovanile “Polaresco”, a cui 480279_4566161525905_1698664309_nsono intevenuti  cori, gruppi, singoli autori e nterpreti del canto sociale. Un pomeriggio e una serata di socialità, scambio, studie e creatività, dedicato in particolare alla forma “parodia”, così ben rappresentata nel canto di politico. Hanno accolto l’invito diverse realtà che ilDeposito.org aveva già avuto occasione di conosce e incontrare ai raduni, al De Martino, a Piadena eccetera, e quindi per noi, che siamo una entità del web, è stata come sempre una bella occasione di incontro nel mondo reale!

I partecipanti, in ordine sparso:

la locandina

la locandina

Anna Barile (L’Aquila)
Pardo Fornaciari (Livorno)
Voci di mezzo (Milano)
I giorni cantati (Piadena)
Coro dei Malfattori(Parma)
Nuovo canzoniere bresciano (Brescia)
Coro popolare dell’agorà (Pisa)
Vincanto (San Miniato)Union des Amis Chanteurs (Torino)

Il pomeriggio è stato dedicato al laboratorio sulla parodia nel canto di protesta, ovvero i canti che nascono dalla fantasia popolare o dalla creatività del singolo, attraverso l’adattamento testi originali su melodie già esistenti: gli esempi sono veramente moltissimi, e riguardano praticamente ogni ambito delle lotte e delle denunce, facili e veloci da inventare, facilissimi da imparare e diffondere, tutte caratteristiche utili in momenti di grande tensione e impegno, dalle lotte in fabbriche alla lotta partigiana, alla denuncia della condizione femminile eccetera. Ci si e dedicati dunque all’invenzione di “parodie”, ma in apertura abbiamo ascoltato una brillante comunicazione sul “contraffactum” (nome classico della “parodia”) dell’amico  Pardo Fornaciari  (dotto livornese, conoscitore del canto sociale, poeta in ottava rima, e molto altro ancora), naturalmente arricchito da numerosi esempi suonati e cantati in diretta.
Qui di seguito i link per ascoltarla:
Prima parte lectio Pardo
Seconda parte lectio Pardo
Il testo della lectio
in formato PDF

un gruppo al lavoro

un gruppo al lavoro

Dopo si son formati cinque gruppi di una decina di persone estratte a sorte, e in una fertile mescolanza di esperienze, vissuti, competenze, gusti, provenienze, ciascun gruppo ha scelto melodie e creato testi.
Subito dopo cena i cinque gruppi hanno cantato le loro creazioni a tutti gli intervenuti, alternandosi sul palco, dimostrando che le possibilità, gli stili  e i risultati della pratica della parodia sono tanti, diversi, e non di rado sorprendenti:  si è puntato unanimemente sulla denuncia dell’attuale situazione di crisi sociale, ma a 360 gradi e tutti hanno giocato sull’ironia nonchè sul sarcasmo.
Qui di seguito i collegamenti per leggere i testi prodotti:
La marchionneide
Son la mondana son la sfruttata

Mal governo
Mario Monti
Noi vogliamo l’eleganza
Sinistra triste

Al termine di questo momento di condivisione del lavoro pomeridiano sul palco si sono alternati tutti coloro che volevano cantare qualche esempio dal loro repertorio.Per quanto riguarda noi de ilDeposito.org abbiamo contribuito all’interno di due dei gruppi di lavoro, e nel dopocena Sergio ha presentato alcuni canti, tra cui, per essere in tema Noi vogliam dio in camicia rossa e Lenin e Stalin. Roberta ha cantato con una piccola rappresentanza dell’Union des Amis Chanteurs di Torino, e il tema parodia è stato esemplificato da due canti partigiani: Non ti ricordi il 31 dicembre e Lassù sulle colline del Piemonte.

La serata si è conclusa tardi e degnamente, in grande spirito di condivisione, amicizia e fratellanza canora, cantando in un folto cerchio, guidato dagli amici Vincanto, i canti che venivano in mente a questi e a quelli.

E’ assolutamente necessario elogiare gli amici bergamaschi per la riuscita dell’iniziativa,  evento molto ricco e articolato, e ringraziarli dell’ospitalità e disponibilità. Soprattutto, come si diceva all’inizio per noi de ilDeposito, queste occasioni sono fondamentali per avere un contatto diretto con i nostri amici e i nostri utenti, e per conoscere di persona gli utenti del sito, quindi benvengano!

Condividi questo articolo!

Lascia un commento

Il tuo commento